Sardegna Ricerche

Convegno

28
marzo

Manifattura Tabacchi - Cagliari

I saperi tradizionali tra memoria, progetto e sviluppo. In Sardegna

Il progetto PUNTI DI FRONTIERA si apre con una giornata di incontri e riflessioni tra istituzioni, studiosi, artigiani, designer chiamati a confrontarsi sullo sfaccettato tema dei "beni culturali immateriali" chiamati più comunemente "saperi tradizionali".

PUNTI DI FRONTIERA è un progetto di Sardegna Ricerche pensato per indagare, stimolare e sostenere i saperi tradizionali della Sardegna, in particolare quelli legati all’artigianato artistico. Il progetto si apre con una giornata di incontri e riflessioni tra istituzioni, studiosi, artigiani, designer, che ha l’obiettivo di “fare il punto” sullo straordinario patrimonio di sapere e creatività che la Sardegna ha costruito, per aprire un ragionamento comune sulle strade da percorrere e favorire una rete di relazioni indispensabili per creare nuove possibilità di sviluppo.

La giornata è strutturata in:

tre sessioni tematiche dedicate alla Convenzione Unesco del 2003, agli strumenti della proprietà intellettuale  per proteggere il sapere tradizionale, al cruciale tema dell'innovazione e della cultura del progetto;

una tavola rotonda tra alcuni protagonisti di eccellenza del mondo all’incrocio fra artigianato artistico e design;

tre working group chiamati a confrontarsi su a) codifica e trasmissione della tradizione b) strumenti per valorizzare il patrimonio culturale immateriale c) strategie e percorsi per una sostenibilità economica del sapere artigiano.

un evento di chiusura aperto alla città: una lettura interpretata de “La leggenda del Sardus Pater” di Giuseppe Dessì con incursioni nell’opera di Maria Lai.

 

Data: 28 marzo 2019
Orario: 9:00-18:30
Sede: Sala Conferenze, Manifattura Tabacchi - Cagliari
Scarica la mappa

 

La partecipazione è gratuita previa iscrizione.

Per partecipare ai gruppi di lavoro è necessario mandare un'email all'indirizzo ipdesk@sardegnaricerche.it specificando nell'oggetto: partecipazione "working group A"/ "working group B"/ "working group C".

 

Documenti correlati

programma convegno [.pdf]